THE FLATCOATED

9. TUMORI NON MALIGNI DELLA PELLE E DEI TESSUTI MOLLI

I tumori non maligni della pelle e le Cisti costituiscono i problemi più frequenti della salute del Flat. Più del 14% dei Flat , secondo uno studio apposito, hanno avuto un Histiocytoma. Oltre il 10% hanno avuto cisti di grasso o sebacee. Siete voi che pettinate e curate l'aspetto del vostro Flat che più di ogni altro potete accorgervi della presenza di un tumore della pelle.

La pelle è composta da due strati: quello esterno, chiamato epidermide o cuticolo, formato da diversi strati di cellule il più esterno dei quali contiene le cellule morte che vengono continuamente sostituite con cellule provenienti dallo strato più profondo; e lo strato interno, chiamato derma o corium, formato da una rete di tessuti che comprendono il collagene, le fibre elastiche, i nervi, i vasi sanguigni, il grasso e i follicoli piliferi. Tutti questi tessuti sono potenziali fattori di tumore.

I nomi dei vari tumori della pelle dipendono tal tipo di celle da cui traggono origine. La loro classificazione è difficile e per molti non è facile l'identificazione delle cellule di origine. E' altresì fonte di discussione il criterio da adottare per stabilire se la lesione cutanea è neoplastica e se è tale se è maligna o benigna. La diagnosi definitiva è possibile solo con l'istiopatologia (valutazione con microscopio) della biopsia. La diagnosi fatta a occhio è corretta per non oltre il 50%. Le descrizioni che seguono servono a dare una prima descrizione generale dei tumori benigni. Una volta individuato un rigonfiamento sulla pelle del vostro Flat dovete sempre ricorrere all'esame del veterinario.

Trattamento: per la maggiuor parte dei tumori benigni è lo stesso. In relazione al tipo, grandezza, collocazione e condizione del tumore come pure dell'età e dello stato di salute del cane la cosa migliore da fare è di tenere sotto controlla la crescita. Nei casi in cui è indicato, l'asportazione chirurgica offre la migliore possibilità di cura. Come per tutti i tumori è raccomandata l'asportazione più profonda possibile.

Tumori cellulari di base sono tumori della pelle gewneralmente benigni e sono comuni in cani diu età media o avanzata. Si trovano per lo più sulla testa, sul collo e sulle spalle e sono di lento accrescimento. Possono ulcerarsi e sviluppare un infezione batterica.

Cisti Cutanee sono nurmalmente delle malformazione dei follicoli piliferi e si presentano come sacchetti sulla pelle. L'asportazione chirurgica è il trattamento migliore. Non devono mai essere strizzate perchè si potrebbe sviluppare una reazione infiammatoria.

Emangioma è una escrescenza non maligna derivante dai vasi sanguigni. Sebbene benigna è opportuno procedere ad una diagnosi definitiva per scongiurare la versione maligna: l'emangiosarcoma. L'emangioma tende ad ulcerarsi. Il trattamento migliore è l'asportazione chirurgica.

Istiocitoma è un tumore della pelle.L'origine cellulare di questo tumore è sconoscita. Si tende a pensare che la causa sia virale anche se non esiste una chiara identificazione di alcun specifico virus.La diagnosi non è sempre facile e può essere confuso con un neoplasma maligno. Sebbene l'istiocitoma benigno può risolversi spontaneamente in due o tre mesi, il trattamento migliore è l'asportazione chirurgica e la biopsia.

Lipoma sono abbastanza comuni nei cani anziani. Si identificano come masse sotto pelle rotondeggianti, soffici, di lento accrescimento. Sono mobili. Nonostante le caratteristiche di benignità devono essere rimossi perchè ingrossano notevolmente invadendo i tessuti circostanti o impedendo il movimento. Possono essere scambiati con i liposarcomi maligni.

Tumori delle ghiandole sebacee sono abbastanza comuni. Derivano dalle ghiandole sebacee unite ai follicoli piliferi nel derma della pelle. Il sebo formato da queste ghiandole forma una cisti sebacea. Può trovarsi in qualunque parte del corpo e appare come una formazione dura a volte con la superficie ulcerata. Questi tumori sono benigni, ma è consigliata l'asportazione e la biopsia per distinguerli dall'adenocarcinoma delle ghiandole sebacee. E' raccomandata la rimozione profonda per evitare la riformazione.

Verruche sono di norma causate da due papilloma virus. Uno è l'origine dei papillomi nella bocca (sul palato, sulla lingua e/o nell'esofago). L'altro forma papillomi sul muso, sul collo e sulle membra. Le verruche possono essere causate da alcuni prodotti irritanti. I virus di norma producono molteplici verruche. I cani giovani sono più facilmente affetti dai papilloma virus, ma dopo che sono stati curati risultano immuni ad ulteriori infezioni. L'asportazione accellera la guarigione delle verruche virali. I cani affetti devono essere tenuti lontani dagli altri cani per prevenire l'infezione. Non c'è pericolo per le altre specie animali.

ALTRI PROBLEMI DELLA PELLE

Vi sono diversi problemi cutanei che non hanno niente a che vedere con i tumori. Si tratta delle infezioni batteriche, dei funghi, delle allergie, degli squilibri ormonali, della seborrea e dei granulomi da leccamento. Vi è un'immensa letteratura sull'argomento. Non si conoscono malattie della pelle ereditarie nel Flatcoated.

Arrossamenti sono sovente causati da grattamento sovente collegato ad un'allergia nei confronti delle pulci. Il grattamento e il mordicchiamento sono per il cane la risposta al prurito. Ne derivano delle screpolature della pelle che possono infettarsi. Il trattamento consiste nel rasare il pelo attorno all'arrossamento, pulire bele la ferita con un prodotto antinfiammatorio usando anche prodotti che favoriscono l'essiccazione. In ogni caso è importante identificare la causa primaria del fenomeno.

Acne canina si presenta normalmente nei cani molto giovani e si pensa che abbia molto in comune con l'acne che colpisce gli adolescenti umani. E' stata associata ad un aumento della sensitività delle ghiandole sebacee e dei follicoli piliferi all'accrescersi degli ormoni maschili circolanti nel sangue. Si presenta di solito sul mento e sul labbro inferiore. Il trattamento consiste nell'applicare sulle lesioni impacchi caldi,shampoo antibiotici e antibiotici orali. La malattia cessa con l'età del cane.

Infezioni batteriche sono dovute all'invasione e alla riproduzione di svariati organismi che approfittano delle lacerazioni della pelle o delle mucose. I batteri più comuni sono Streptococchi e Stafilococchi. I sintomi sono quelli classici delle infezioni: arrossamento, calore della parte, trasudazione e presenza di pus. Il veterinario vi potrà consigliare sull'uso di specifici antibiotici.

Tigna è una malattia fungale della pelle. Compare di solito nei cani giovani o in quelli immunorepressi. I funghi sono organismi simili ai vegetali che contengono elementi come lievito e terricci. La tigna si prende per contatto con altri cani affetti, per contatto con oggetti contaminati da animali infetti ( pettini, spazzole e forbici) o con il suolo infetto. La tigna è caratterizzata da macchie con bordi rossastri dove il pelo è pressochè mancante. Le macchie sono pruriginose e dolorose. In ogni caso l'aspetto della tigna è multiforme. Anche se sovente la tigna tende a eliminarsi da sola è opportuno trattare l'animale con medicinali anti fungali. Questa affezione è contagiosa per l'uomo (specie i bambini) e per gli altri animali. I peli infetti possono restare tali anche per un anno per cui è raccomandata una estrema pulizia degli ambienti.

Malattie ormonali possono anche riguardare la pelle che diventa secca e può iscurirsi. Può diventare spessa (ipotiroidismo) o molto sottile (malattia di Cushing). Anche il pelo può assotigliarsi o addirittura cadere. Non è raro riscontrare tracciati simmetrici di mancanza di pelo sul corpo del cane. In relazione alle possibili cause di questi fenomeni è importante determinarne le origini.

Seborrea è un tipo di disquamazione della pelle con il risultato che può diventare secca, untuosa o maleodorante. Sono diverse le cause compresa la deficienza alimentare, la mancanza di produzione di cheratina (una proteina sita nella pelle, nel pelo e nelle unghie), le allergie e gli effetti dell'ipotiroidismo, Le cause devono essere identificate prima di iniziare i trattamenti. La terapia sintomatica consiste nell'uso di shampoo anti seborroici.

Dermatiti o granulomi da leccamento sono le condizioni in cui il cane lecca in modo cronico un'area specifica perchè si annoia o come una prima risposta ad un senso di prurito. Ciò procura la perdita del pelo e una possibile ulcerazione della pelle che conduce ad un'infezione batterica. Il leccamento a volte è determinato da una ossessione mentale. Si deve trovare il modo di far cessare questya condizione anche se ciò non è facile. Danno buoni risultati incrementare l'attività del cane facendolo lavorare o giocare intensamente e accrescere il rapporto cane-uomo.

 

 
dummy